Cantina Zanotelli

La Val di Cembra, terra lussureggiante e accogliente che si mostra in tutto il suo splendore tra paesaggi collinari e punti impervi, cela un tesoro tutto italiano: la Cantina Zanotelli. A conduzione famigliare, al momento è in mano a quatto cugini che portano avanti con estrema passione l’antica tradizione risalente alla fine dell’Ottocento.
Oggi, la Cantina è circondata da oltre settecento chilometro di muretti a secco e trecento ettari di vigneti; vigneti che sono un vanto per i Zanotelli: se agli inizi della proficua attività si erano focalizzati sulla produzione di vino Schiava, con il tempo hanno saputo dar merito alle incredibili potenzialità del terreno e far spazio a vitigni a bacca bianca.
In posizione ottimale per raccogliere i frutti delle importanti escursioni termiche giornaliere proprie della zona, i vini Zanotelli si impongono su altri per le loro intense e sfaccettate proprietà organolettiche.

La gamma di vini è principalmente montana, prevedendo Chardonnay, Kerner, Pinot Grigio, Riesling, Muller Thurgau e Manzoni Bianco; non manca tuttavia una produzione a bacca rossa: Lagrein, Pinot Nero e ovviamente la storica Schiava, legata alle origini della Cantina.
La Valle di Cembra stessa è da tempo immemore legata alla vite, come da antica storia della viticultura trentina che ne da testimonianza tramite il ritrovamento di un vaso vinario: questo risale ad epoche preromane ed è un reperto che non fa che rafforzare il sentore autoctono dei vini Zanotelli.

La cantina non è sprovvista di Spumanti, infatti ne ha selezionato un piccolo novero che spicca per qualità e fama.

Dalle vinacce Muller Thurgau e Schiava, la cantina si impreziosisce con un prodotto d’eccezione: la grappa Zanotelli, distillata a bagnomaria alimentato a vapore.
I Zanotelli accolgono i visitatori a braccia aperte, per far visitare loro le proprie vie e cantina, e offrire una degustazione adatta anche agli appassionati non intenditori.