Cantina Monsupello

L’azienda Monsupello pone le sue origini a fine 1800 in località Oliva Gessi, provincia di Pavia. Di conduzione famigliare, si pose sin da subito il conseguimento come fine unico di grandi vini di qualità, dalla basse rese e dal perfetto equilibrio tra olfatto e palato.
Ben ci riesce tra i rossi con prodotti quali la Bonarda Vaiolet vivace e con la untuosa Barbera. Nell’oltrepò ben si esprimono vigneti da basse rese per ettaro, nell’ordine del 55% in uva. La raccolta è manuale in cassette da 18 kg, il terreno è calcareo-tufaceo ed il microclima ne esalta con fergore il terroir elevando il territorio come vessillo di qualità e garanzia assoluta.
Realtà spumantistica di primo piano, parliamo unicamente di metodo classico, rifermentato in bottiglia grazie a lieviti selezionati. La gamma è completa e parte per i puristi dal Nature o Pas Dosè Monsupello, ossia senza aggiunta di zuccheri dopo il degourgement. E’ secco, tagliente e consigliato per i puristi.
Proseguiamo con il Brut Millesimato Monsupello e con il Brut Monsupello, sempre come per il Pas Dosè, ottenuti da uve Pinot Nero, regalano corpo e sontuosità alla beva. Di perfetto equilibrio tra tannino e sapidità, sono minerali e perfettamente armonici.
Tutti i passaggi in vigna sono garantiti in precisi momenti durante l’anno, si parte da novembre con la “potatura secca”, si prosegue con scacchiatura e spollonatura in maggio e si arriva ad inizio agosto con l’invaiatura. Innovazione, cultura e rispetto per la natura, sono i tre cardini per produrre sempre e solo vini di grande qualità.