Cantina Castellucci Miano

A Valledolmo, appena fuori Palermo, sorge la cantina Castellucci Miano, un’azienda vitivinicola che, oggi, è una realtà importante non solo per la Sicilia, ma per tutto il Paese. Tutto inizia quando nel 2004 la cantina sociale viene rilevata da alcuni soci, il cui scopo era quello di renderla un punto di riferimento per la produzioni di tipici vini siciliani. Con il passare degli anni, la cantina cooperativa Castellucci Miano ha lavorato duramente per differenziarsi dai diretti concorrenti, decidendo di puntare sui vigneti autoctoni.

I 75 ettari di terreno di Castellucci Miano sono suddivisi in piccole aree grandi meno di un ettaro, a loro volta disseminati vicino ai centri abitati di Castelluzzi, Rovittello, Contrasto, Sprella, Miano, Cifiliana, Acqua del corvo e Sciarazzi nell’agro di Valledolmo. Data la conformazione del terreno, i vari possedimenti si trovano a diverse altitudini che spaziano dai 700 ai 1050 m s.l.m. e che accolgono vigneti storici, la cui età media si aggira sui 40-50 anni. Questa biodiversità consente di coltivare diverse uve che necessitano di climi tra loro diversi senza, per questo, rinunciare alla qualità del raccolto.

Al fine di portare avanti un’attività di successo e per differenziarsi maggiormente, i proprietari hanno puntato tutto sul rispetto per l’ambiente senza, per questo, dimenticare le innovazioni tecnologiche e le nuove conoscenze in ambito vitivinicolo. Tradizione e innovazione possono e, secondo Castellucci Miano, devono procedere di pari passo così da consentire alle uve di raggiungere la propria massima espressione. Tutte le attività portate avanti nel podere, devono superare accurati controlli per il rispetto ambientale: dal concime biologico e naturale, alla potatura corta e verde, dalla raccolta manuale delle uve per non rovinarle, al basso contenuto di solfiti usati durante la lavorazione del mosto. Queste pratiche, già note nell’antichità, vengono da Castellucci Miano riscoperte e valorizzate, unitamente a studi approfonditi per riportare alla luce antichi vigneti che, sebbene noti secoli or sono, erano ormai dimenticati o accantonati a favore di altre uve. La sfida di Castellucci Miano è stata questa: puntare tutto sulle uve autoctone, note e meno note, per produrre un vino fortemente legato al territorio e alla cultura siciliana.

Tra i vini maggiormente apprezzati della cantina Castellucci Miano vi è, senza dubbio, il classico Nero d’Avola, un vino che viene sempre associato alla Sicilia. Altri due importanti prodotti dell’azienda sono il Syrah e il PerricOne Terre Siciliane IGT, vini ben rappresentano non solo Castellucci Miano, ma anche i gusti e i profumi siciliani.