Cantina Brunelli – Le Chiuse di Sotto

Gianni Brunelli, credendo fortemente nel proprio sogno, ha acquistato nel 1987 la già avviata azienda vitivinicola Le Chiuse di Sotto, a Montalcino, quella stessa azienda in cui, anni prima, aveva lavorato proprio suo padre. In virtù dei ricordi legati a quel luogo e per rispettare la tradizione vitivinicola, Brunelli decide di mantenere sia gli antichi vigneti sia quelli impiantati dal padre nel 1947. Dopo qualche anno da questa prima acquisizione, Gianni e la moglie Laura, decidono di comprare, a metà degli anni ’90, un’altra azienda, ovvero Podernovone, aggiungendo così ben 10 ettari ai propri possedimenti.

Sebbene l’azienda Le Chiuse di Sotto disponga di ben 5 ettari di terreno, solo 2 sono adibiti a vigneti, mentre i restati sono dedicati alla coltivazione di uliveti. la porzione dedicata alla viticoltura godono di una fortunata esposizione a nord-est che consente di ottenere vini con un bouquet complesso, grazie all’influenza delle fresche correnti tipicamente nordiche. I possedimenti di Le Chiuse di Sotto si distinguono da quelli di Podernovone non solo per la diversa esposizione, ma anche per conformazione del terreno e per altitudine. Le Chiuse di Sotto presentano un’altitudine di 250 m s.l.m. e un terreno caratterizzato dalla grande presenza di tufo, con tracce di argilla bianca e scheletro. La varietà di territori e di esposizione, consente alla famiglia Brunelli di coltivare diversi vigneti ottenendo, al contempo, diversi ottimi risultati.

L’azienda vitivinicola Le Chiuse di Sotto viene gestita come secoli or sono, ripudiando qualsiasi prodotto chimico e che possa nuocere alle piante, agli acini e all’uomo. Ogni vigna viene controllata, curata e trattata singolarmente così che ogni singola pianta, possa godere di speciali e personalizzate attenzioni. Prima di attuare qualsiasi azione o intervento, il personale de Le Chiuse di Sotto studia accuratamente le necessità delle piantagioni, le condizioni climatiche e il loro andamento, la composizione del terreno e il microclima presente nel vigneto: ottenuti questa dati importanti, viene stabilita una linea d’azione, il più naturale possibile. Solo così, per Gianni Brunelli, i vigneti possono produrre, in modo del tutto naturale, uve qualitativamente perfette.

Il vino che maggiormente identifica Le Chiuse di Sotto, la passione della famiglia Brunelli e il loro duro lavoro è, senza dubbio, il Rosso di Montalcino Brunelli. Un vino rosso intenso, corposo e caldo, un vino rappresentativo dell’intera regione del Montalcino e che, nell’immaginario collettivo, rappresenta uno dei vini per eccellenza d’Italia.