Cantina Angiuli Donato

Primitivo Maccone

L’azienda Angiuli Donato rientra tra le chicche enologiche della Puglia. Nota sin dal 1880, anno di fondazione, pone il suo caposaldo nella produzione del Primitivo. Per scelta aziendale azzeccata, non si sono mai concessi a mode estemporanee con sperimentazioni su vitigni e blend alternativi, raccogliendo così oggi favori e consensi unanimi da parte del mercato.
Il vitigno Primitivo, viene coltivato ad alberello, produce piccole quantità per tralcio e basse rese. Ciò è fonte di cura, massimizzazione della qualità e rispetto del territorio. I figli Vito e Giuseppe ripetono con dedizioni gli stessi passaggi del padre sia in vigna che in cantina.
Le origini del Primitivo sono molto lontane ed è imparentato con il vitigno californiano Zinfandel. Di potente struttura, ha ricchi profumi speziati ed elevato grado alcolico. Esprime tre DOC, quali Primitivo di Manduria, Salice Salentino e Gioia del Colle.
Etichette curate e cura dell’immagine sono ulteriori capitelli a valore del lavoro svolto. Tra i principali vini, nasce da una felice dedica di papà Donato al primo cantiniere storico dell’azienda, “Maccone”, linea con Rosso 17 Maccone, Maccone Primitivo e Maccone Moscato Secco Angiuli Donato.
Espressione di potenza al naso e fine temperamento al palato sono le principali coordinate qualificanti, che possiamo ritrovare nel Nero di Troia Angiuli Donato, autoctono 100% pugliese e Negroamaro Angiuli.