Aglianico del Taurasi – Taurasi DOCG & Riserva

L’Aglianico del Taurasi è una dell’eccellenze enogastronomiche del Sud Italia. È un vino che si è fregiato la denominazione DOCG dal 1970. Oggi la zona di produzione comprende 17 comuni della zona dell’Irpinia, nella provincia di Avellino: Taurasi, Bonito, Castelfranci, Castelvetere sul Calore, Fontanarosa, Lapio, Luogosano, Mirabella Eclano, Montefalcione, Montemarano, Montemiletto, Paternopoli, Pietradefusi, Sant’Angelo all’Esca, San Mango sul Calore, Torre Le Nocelle e Venticano. È prodotto da un vitigno autoctono, diffuso in tutto il meridione, che si esprime al massimo in questo territorio. Il periodo di rinascita del vitigno è quando con l’arrivo della fillossera, le viti di Aglianico del Taurasi si difendono grazie ai terreni sabbiosi poco agibili per il parassita. Secondo disciplinare la denominazione prevede l’85% minimo di Aglianico e il 15% di vitigni a bacca rossa idonei per la provincia di Avellino. L’invecchiamento sono richiesti tre anni con un anno di legno necessario per ammorbidire i suoi tannini.
Esistono due tipologie: Taurasi DOCG e Taurasi Riserva DOCG.
Il vino è dal colore rubino intenso, un odore gradevole e sapore equilibrato. Il suo grado alcolico varia da 11,5° a 12,5° servito ad una temperatura di circa 18° si abbina alla selvaggina o carni rosse, ma anche con formaggi stagionati.