Grignolino del Monferrato

La sua origine è riconducibile al Monferrato, tra Asti e Casale, dove ancor oggi ha la massima diffusione. L’origine del nome deriverebbe dalla marcata presenza di vinaccioli nell’acino, in dialetto locale detti grignole. offre colorazione tenue al vino, che risulta profumato di rosa e pepe bianco, mentre al palato appare esile di corpo e sostenuto invece da acidità e tannini rilevanti. Per giungere a perfetta maturazione ha bisogno di suoli asciutti, sabbiosi e ben esposti. Rientra nella base di diverse Doc piemontesi, come Grignolino d’Asti, Grignolino del Monferrato Casalese, Piemonte Grignolino.