Biferno

Siamo sulle colline del Molise dove nasce la denominazione Biferno, nella provincia di Campobasso. Il Biferno DOC prende il nome dallo stesso fiume che attraversa il Molise. Questo vino nasce da uve prodotte in vigneti collinari tra i 500/600 metri s.l.m.
Il Biferno è prodotto in tre tipologie:

  • Rosso, nella versione Riserva e Superiore;
  • Rosato,
  • Bianco.

Per la tipologia Rosso e Rosato sono impiegate le uve di Montepulciano per almeno 70-80% e di Aglianico per il 15-20% con l’aggiunta massima del 15% di altri vitigni aromatici locali. Il Biferno Bianco invece è realizzato con uve di Trebbiano toscano tra il 60-70%, un massimo di 40% di vitigni a bacca bianca locali idonei nella regione Molise e anche una presenza di Malvasia Bianca non superiore al 10%. L’aggiunta dell’appellativo riserva è dato dall’invecchiamento pari a tre anni.
Il Biferno Rosso ha un colore rosso rubino che con l’invecchiamento tende al granato, armonico, vellutato e giustamente tannico; mentre il Rosato ha un colore rosa e odore fruttato dal sapore asciutto. Il Biferno Bianco ha colore paglierino da riflessi verdognoli, delicato e gradevole al palato.
Il Rosso si abbina a piatti elaborati, salumi e formaggi stagionati; il Rosato è ideale con i legumi, mentre il Bianco con piatti leggeri a base di pesce e anche con la pizza.