Orange Wine

I vini Orange rappresentano oggi la vera quinta essenza del gusto Umami, che ben si aggiunge alle precedenti quattro tipologie di gusto quali dolce, salato, acido ed amaro. Di derivazione giapponese, significa letteralmente “saporito”.

Sono veri e propri vini di nicchia, dove il loro epicentro mondiale risiede tra la Slovenia, Carso, Collio, Austria e Croazia. Le loro origini sono millenarie e devono la nascita in Georgia, che grazie al suo metodo Gravner, con contenitori d’argilla interrati dove il vino macera lentamente con le sue bucce all’interno, ne richiama correttamente i natali.

Ma cosa sono esattamente i vini orange? Sono in realtà dei vini bianchi colorati di arancio o rosso tenue, si ottengono con principi naturali senza l’aggiunta di solfiti e lieviti selezionati. Il mosto a contatto con le bucce viene lasciato fermentare per un periodo molto lungo e ciò fa sì che gli antociani delle bucce ed i tannini conferiscano colore al nettare. Le uve stesse sono già volutamente raccolte in surmaturazione, con minor grado acidulo e maggior gradazione zuccherina.

Basse rese in cantina e piccoli produttori all’opera, queste le chiavi di volta di questo interessante passaggio tecnico. In vigna si sfogliano i vigneti e si persegue un’agricoltura di tipo biodinamico, con trattamenti naturali e passaggi calibrati anche in relazione alle fasi lunari.

Si accompagnano perfettamente a Sushi e Sashimi, ma raccolgono i favori di piatti di pesce come crostacei ed agnello e capretto.