Brandy

Il Brandy è il nome commerciale dell’acquavite che viene ottenuta dalla distillazione del vino sano. Vino che può essere bianco, rosato o rosso ma che sia di elevata acidità, basso contenuto alcolico e che sia il più possibile neutro con la carica aromatica. Di lunghissima tradizione storica, gli olandesi furono già nel XVII secolo abili commercianti in tutta Europa di questo prezioso distillato.

Leggi tutto +

Si ottiene tramite un passaggio di distillazione in alambicco ed una volta tagliata la testa e la coda del prodotto distillato si lascia affinare in botti per un periodo ben preciso e normato da leggi nazionali. Il rapporto è indicativamente di 1:10, ossia da dieci litri di vino sano, si ottiene 1 litro di distillato. Il vitigno bianco preferito è il Trebbiano.
Una volta ottenuto il Brandy, prima della fase di imbottigliamento, si aggiunge di tanto in tanto il caramello che donare il colore tipico e zucchero per ammorbidire il sapore finale. Come ultimo passaggio, con una correzione di acqua distillata si arriva alla gradazione voluta del produttore. Molto raramente finito l’invecchiamento in botte si saltano questi passaggi e si mette in commercio il brandy con grado pieno.
In uso come vino da meditazione dopo i pasti, è uso e piacevole ricorrenza accompagnarlo ad un sigaro o del cioccolato amaro come miglior abbinamento.