Sassicaia: il vino esclusivo della Cantina Bolgheri

Sassicaia della Tenuta Bolgheri è una delle etichette più rinomate e apprezzate di tutto il patrimonio enologico italiano. Si tratta di un vino DOC che viene prodotto esclusivamente nella zona di Castagneto Carducci, in Toscana.

Sassicaia è prodotto in esclusiva dalla Tenuta San Guido che ha acquistato tutti i vigneti che rientrano nell’area DOC. Il vino è prodotto con una quantità di uve cabernet sauvignon che non può essere inferiore all’80%.

Storia di un vino esclusivo

La storia del Sassicaia inizia negli anni quaranta, quando il marchese Mario Incisa della Rocchetta, grazie alla sua spiccata passione per i vini francesi, fa importare delle barbatelle di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc dalla tenuta dei Duchi Salviati a Migliarino.

Le zone dove questi vitigni sono stati piantati erano molto simili, per caratteristiche geografiche e morfologiche, a quelle da dove provenivano, Graves, nei pressi di Bordeaux. Graves in francese significa ghiaia ed è il nome che identifica perfettamente quella piccola zona della Francia.

Stessa situazione in Toscana, dove l’area prescelta per la coltivazione di questo vigneto, ha dato al vino un nome caratteristico e indicativo: Sassicaia, proprio per la conformazione rocciosa del terreno.

La coltivazione delle uve di Sassicaia ha origine nella tenuta di San Guido, in provincia di Livorno. I primi risultati arrivano nel 1944 quando vengono prodotte le prime bottiglie di Sassicaia. Si tratta di una produzione che, inizialmente, ha carattere esclusivamente familiare ed è contraddistinta da una discreta qualità.

Il marchese Incisa della Rocchetta si accorge però che il vino migliora in modo evidente grazie all’invecchiamento, cosa che accade soltanto con le bottiglie di pregio. Soltanto a partire dal 1968 si incomincia a produrre Sassicaia, con l’obiettivo di immetterlo successivamente sul mercato.

Da quel momento in poi questo vino straordinario ha ottenuto un successo dopo l’altro, incontrando il gusto dei consumatori, e diventando sempre più raffinato e ricercato.

DOC riservata in esclusiva

Nel 2013 Sassicaia si è affrancato dalla denominazione di origine controllata Bolgheri per acquisirne una autonoma. Si tratta dell’ultimo passaggio di un percorso che l’aveva visto partire, come semplice vino da tavola, arrivando a vino IGT, quindi a DOC e, infine, all’autonomia raggiunta recentemente.

Attualmente Sassicaia è l’unico vino italiano, prodotto da una sola cantina, ad avere una DOC riservata in esclusiva. Caratteristica attribuita soltanto in Francia ad altri pochissimi e ricercati vini. La denominazione Bolgheri Sassicaia è quindi ad uso esclusivo dalla Tenuta San Guido.

Caratteristiche e abbinamenti

Sassicaia presenta un colore rosso rubino particolarmente intenso e brillante, con una tendenza al granata. Il suo aroma è notevolmente elegante e maestoso, caratterizzato da persistenti note floreali. Il gusto è pieno, robusto, rotondo e molto armonico e la sua struttura emerge in maniera evidente.

Un vino di tale levatura si sposa perfettamente con cibi che hanno un sapore intenso come la cacciagione. Particolarmente consigliato è l’abbinamento con il filetto alla bordolese o con il piccione arrosto, ideale con formaggi stagionati. Sassicaia può essere degustato anche con gherigli di noce o con funghi porcini crudi, conditi con olio extravergine d’oliva ed erbe aromatiche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *