Manca poco più di una settimana al 25 dicembre e le cene di famiglia sono dietro l’angolo. Cosa preparo di di diverso dal solito? E’ questa una delle domande più ricorrenti che attanagliano tutti gli aspiranti chef o cuochi per passione che si cimentano ogni anno con il menù del Natale.

C’è poi chi invece a mettersi ai fornelli anche durante le feste non ci pensa proprio e preferisce andare al ristorante pur rinunciando a quella magica atmosfera fatta di luci colorate, albero addobbato e presepe che solo il calore di una casa può dare. Cosa fare allora per non rinunciare proprio a nulla? Seguire i consigli di Sabino Moschella, chef de “La Bottega Schiaffi” che propone per voi piatti della migliore tradizione natalizia, classici o rivisitati, in un menù di Natale da leccarsi i baffi.

menù del Natale
Partiamo ovviamente dall’antipasto, una tradizionale insalata russa, un polipo con patate ed olive, rivisitato secondo l’estro dello chef, così come il paté di vitello alla milanese o un’insalatina  di bollito di manzo alla catalana, sono solo alcune sfiziose proposte. Mentre per i primi piatti Sabino Moschella consiglia crespelle con funghi porcini e gamberetti o le più classiche lasagne e crespelle che non possono mancare dal menù di Natale. La carne regna invece nella scelta dei secondi piatti con cappone ripieno, faraona e coniglio oppure una delicata tartare di manzo condita a piacere. Un soffice panettone o pandoro chiude un pranzo semplice, delicato e in perfetta sintonia con la migliore tradizione delle feste di Natale.

Buon appetito e buone feste a tutti da Vini Perbacco e La Bottega Schiaffi!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *