Serata di gala all’Hotel Sheraton di Milano Malpensa dove mercoledì 25 Novembre è andato in scena un evento interamente dedicato ai sapori del Veneto in un perfetto connubio che ha unito  alcuni dei piatti tradizionali più rappresentatitivi della regione, realizzati con la massima cura da Carlo Molon, Executive chef presso l’Hotel Sheraton del lago di Como, alla degustazione di calci del famoso prosecco.

Un ricco buffet di antipasti a base di pesce e formaggi ha deliziato i graditi ospiti ed interessanti momenti di  show cooking da parte dei bravissimi maestri della cucina veneta presenti all’evento si sono succeduti durante tutto l’arco della serata. La realizzazione di un primo piatto a base di ravioli ripieni di formaggio Blue 61 con radicchio di Treviso ha caratterizzato la prima proposta culinaria della soirée il cui accompagnamento ideale è rappresentato dal Valpolicella Classico Superiore in un perfetto connubio di sapori del Veneto. Sarde in saor con cipolle e polenta ramata rappresentano invece il secondo momento dedicato allo show-cooking, un piatto tipico del Vento, preparato secondo i rigorosi dettami della tradizione dallo chef Carlo Molon. Una bottiglia di Bastianich Vespa Sauvignon, direttamente dai colli orientali del Friuli, si sposa alla perfezione con questa portata in un perfetto mix di sapori italiani.

Il terzo ed ultimo momento dedicato all’alta cucina ha caratterizzato la presentazione di Dimensione Carne, azienda italiana a conduzione  famigliare conosciuta nel territorio veneto per la lavorazione e la trasformazione della carne. Qui il Maestro Macellaio Bruno Bassetto, insignito dal governatore della Regione, Luca Zaia, con il riconoscimento di “Testimonial della carne veneta di qualità verificata” ed aurore del libro “Fra tagli d’Italia dalle Corna alla Coda”, ha realizzato una battuta di carne al coltello condita con delicato olio del Garda e realizzata con vitellone frisone di spalla. Un prodotto così unico e raffinato si sposa alla perfezione con il Brabraseco Gallina di Oddero, unendo alla perfezione i sapori del Veneto e del Piemonte. Crema fritta coppata con frutti di bosco e foglie di menta e biscotto a base di uvetta, finocchietto e fichi secchi con crema di zabaione sono stati invece i gustosi dessert, anche in questo caso non può di certo mancare un accompagnato a base del Prosecco Suavis Doc di Botolomiol.

Non solo vino, anche Birra 32 Treviso è stata protagonista della serata come un alternativa interessante e raffinata. Un’azienda caratterizzata da un marchio semplice e pulito che si distingue dalle molte altre case produttrici di birra e che presta particolare attenzione agli oggetti riciclati. I tappi delle bottiglie si trasformano infatti in graziosi portachiavi da collezionare e i barattoli di vernice diventano contenitori refrigeranti per bottiglie.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *