greco nero

Greco Nero

Il Greco Nero è un vitigno che porta questo nome in virtù della propria bacca nera. Fa parte della properosa famiglia dei Greci la cui origine è difficilmente rintracciabile, così come anche la sua diffusione.

È molto probabile che, come per le altre uve di greco, anche il Greco Nero sia stato introdotto dai coloni greci, i fondatori della Magna Grecia. In realtà con il nome di greco vengono chiamate molte varietà che alla fine non hanno molto in comune.

Il Greco Nero è da sempre molto apprezzato e per questo principalmente coltivato in Calabria, nelle province di Catanzaro a Locri e Crotone. Un tempo era ritenuto sinonimo di Marcigliana, coltivato nella zona di Catanzaro.

La sua foglia è media orbicolare e cuneiforme. Il grappolo è medio o grande di forma conico e raramente presenta un’ala corta. L’acino si presenta medio piccolo con buccia pruinosa sottile e consistente.

La sua produzione è media, ma costante e predilige terreni poco fertili posti in ambienti caldi. La forma di allevamento che più gli si addice è quella a piccola espansione, come l’alberello con potatura corta o cortissima.

I vini di Greco Nero

I vini di Greco Nero dove esso si trova da solo o in assemblaggio sono generalmente piuttosto pregiati e molto ricercati, ma si trovano anche soluzioni dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

Qui presentiamo una delle varianti più particolari e amate di bottiglie tratte dal Greco Nero:

  • “La Firma” Aglianico del Vulture 2013 Cantine del Notaio:  è ottenuto con uve raccolte agli inizi di novembre e fermentate con lunga macerazione. Matura per circa 12 mesi in barriques di rovere francese prevalentemente nuove custodite nelle antiche grotte di tufo appartenute ai frati francescani. Nasce da uva Aglianico e Greco Nero, raccolta manualmente durante la prima decade di novembre a leggera sovramaturazione. La scelta di tale epoca è fondamentale per consentire al tannino di maturare a sufficienza, smussando le proprie accentuate durezze varietali.

Abbinamenti con piatti vegani

Questo vino rosso strutturato è perfetto per essere abbinato ad alcuni piatti tipici della cucina vegana per un’esperienza culinaria raffinata e di pregio. Vediamo alcuni esempi di piatti che si sposano benissimo:

  • Stufato di Seitan con Olive e Patate
  • Tempeh con tagliolini in salsa verde
  • Tofu marinato al limone e pepe

Prova subito questi 3 piatti con l’Aglianico del Vulture, compra una bottiglia su www.viniperbacco e goditi questo incontro di sapori unici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *