Barbera

Braida: la regina della Barbera dal cuore del Piemonte

Nel cuore del piccolo borgo di Rocchetta Tanaro, a pochi passi da Asti, troviamo Braida, azienda vinicola piemontese conosciuta in tutto il mondo per la produzione della Barbera ed in modo particolare per Il Bricco dell’Uccellone, vino simbolo dell’azienda, diventato bandiera del bere italiano a livello internazionale.

La passione per il vino, una tradizione di famiglia:

La storia dell’azienda vinicola piemontese ha inizio con Giuseppe Bologna, soprannominato “Braida” per la sua passione per il pallone elastico e per la somiglianza con uno dei campioni di questo sport piemontese che portava questo nome.

Dal padre Giacomo Bologna ha ereditato non soltanto il nome ma anche l’amore incondizionato per il vino e per la terra vitata. Con il prezioso sostegno della moglie, Anna Martinengo, Giacomo è riuscito a rivoluzionare per sempre il processo di vinificazione della Barbera affinandola nelle barriques francesi.

La prima bottiglia  prodotta da Giacomo è La Monella. Inizialmente proposta nel menù del ristorante di famiglia la Barbera del 1961 ha ottenuto grande successo in tutta Italia grazie alla partecipazione ad alcune delle più importanti manifestazioni vinicole del nostro Paese.

Il vero e proprio punto di svolta per Braida arriva nel 1982 con la creazione del Bricco dell’Uccellone. E’ grazie a questa etichetta che l’azienda vinicola di Giacomo Bologna consacra il suo successo a livello mondiale portando la Barbera al pari del Barbaresco e del Barolo.

Ad oggi Braida è affidata alle esperte cure dei figli di Giacomo ed Anna, Raffaella e Giuseppe, entrambe enologi, che proseguono la produzione della Barbera all’insegna della tradizione famigliare e della modernità.

Barbera

L’affinamento della Barbera nelle Barriques francesi:

Pratica sconosciuta fino a pochi anni fa in Italia il processo di vinificazione della Barbera in barriques consente di far svolgere al vino piemontese la mallolattica elevandolo in piccoli fusti di rovere francese.

Questo tipo di affinamento permette alla Barbera di conservarsi per oltre dieci anni dalla sua vendemmia e sta alla base della produzione de Il Bricco dell’Uccellone.

Una sola Barbera, tante etichette:

La Barbera nelle sue mille sfaccettature, un solo vino per tante etichette. La Monella dal colore rosso rubino violaceo e dalla schiuma leggermente frizzante, un vino perfetto con i secondi di carne. Montebruna un vino pieno, aromatico e floreale, un rosso equilibrato ideale con primi piatti di pasta.

Il Bacialè, un rosso dal colore rubino brillante e dal profumo speziato, un vino raffinato e complesso, ottimo con antipasti italiani e formaggi non troppo stagionati. Il Bricco dell’Uccellone, dal colore rubino intenso con riflessi granata con note di frutti rossi e spezie, un vino molto strutturato e di grande classe ideale con piatti di carne e formaggi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *